Esame delle urine

Il sangue, nel suo passaggio attraverso il sistema di filtrazione renale, subisce molte modificazioni che portano al prodotto finale che è l’urina. In condizioni patologiche alcune sostanze possono comparire nelle urine: proteine, corpi chetonici, glucosio. E’ opportuno effettuare periodicamente l’analisi dell’urina sia per controllare lo stato di salute degli organi interni che per verificare la corretta eliminazione dall’organismo dei rifiuti del metabolismo.
La raccolta del campione di urina deve essere effettuata negli appositi contenitori sterili. Per i bambini esistono appositi contenitori a sacchetto di plastica, per facilitare la raccolta. Per l’esame vengono raccolte le urine emesse al mattino. L’urina prelevata deve essere quella del secondo getto: ciò significa che bisogna espellere alcune gocce prima di effettuare il prelievo. Nell’effettuare il prelievo occorre fare attenzione a non toccare l’interno o i bordi del contenitore con le dita. Il campione così prelevato andrebbe consegnato al laboratorio non oltre 3-4 ore dalla raccolta.
Va inoltre ricordato che le donne non devono sottoporsi a questo esame nel periodo mestruale.

L’esame delle urine è un esame di routine. L’esame “standard” comprende sia l’esame chimico fisico che l’esame microscopico del sedimento. Per questo esame è sufficiente, in genere, un campione di 10 millilitri di urina.
Di seguito elenchiamo alcune regole generali da seguire durante la raccolta delle urine.
Le urine devono essere raccolte il mattino del giorno dell’esame, rispettando le seguenti modalità. Prima di procedere alla raccolta delle urine:
1) Lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone, ed asciugarle con un panno.
2) Lavarsi accuratamente gli organi genitali con acqua e sapone ed asciugarsi bene.
Quindi:
scartare il primo getto di urina nel W.C. e raccogliere nell’apposito contenitore sterile – fornito dall farmacia – il secondo getto di urina, senza interrompere la minizione,
Con queste accortezze si evita quanto possibile l’inquinamento da parte di batteri, impurità e residui di materiale organico ed inorganico, per ottenere così un risultato più reale.

L’esame delle urine è tra le prime indagini richieste per la valutazione della funzione renale. È un’analisi che valuta caratteristiche fisiche come colore, aspetto, odore, ma anche alcune componenti chimiche come proteine, sangue e glucosio. L’analisi del sedimento urinario valuta inoltre la presenza di cellule, cristalli e cilindri.

L’esame delle urine si prescrive di solito come esame di controllo dello stato generale di salute; lo si prescrive anche in preparazione di un intervento chirurgico, per valutare l’idoneità sportiva di un atleta e per il controllo periodico di alcune classi di lavoratori. L’analisi delle urine viene prescritto dal medico anche in condizioni particolari quali: dolori addominali, bruciori o dolori quando si urina; in caso di urine schiumose e rossastre e per controllare l’evoluzione di malattie e l’efficacia di particolari farmaci.

Vuoi avere maggiori informazioni o prenotare questo esame?

Compila il modulo sottostante

Nome

Cognome

Email

Telefono

Il tuo messaggio