Glicemia

Il glucosio è fondamentale per l’organismo poiché è il nutriente essenziale per tutte le cellule che lo prelevano direttamente dal sangue. La principale fonte di glucosio sono gli alimenti, ma, in misura minore, esso può anche essere sintetizzato ex novo a partire da protidi e lipidi all’interno dell’organismo stesso.
Il corpo umano possiede un sistema di regolazione intrinseco che consente di mantenere relativamente costante la glicemia durante l’arco della giornata.

La regolazione della glicemia avviene ad opera di specifici ormoni: gli ipoglicemizzanti, che abbassano la glicemia, e gli iperglicemizzanti, che la innalzano. Il principale ormone ipoglicemizzante è l’insulina, prodotta dal pancreas ed indispensabile per il metabolismo degli zuccheri.

Per un diabetico, uno degli obiettivi più importanti è mantenere la glicemia il più possibile all’interno dell’intervallo di normalità durante l’intera giornata. A tal fine è necessario eseguire l’automonitoraggio quotidiano dei livelli di glucosio nel sangue, attraverso una serie di operazioni quotidiane che vanno sotto il nome di autocontrollo.

In Farmacia l’auto-analisi della glicemia viene effettuata tramite un prelievo di una goccia di sangue dal polpastrello.

Il monitoraggio glicemico consente al medico di ottimizzare la terapia e permette di stabilire i livelli glicemici da raggiungere e mantenere, favorire una corretta aderenza alla terapia, valutarne l’efficacia, aiutare il paziente a intervenire in autonomia per eventuali modifiche, identificare ipoglicemie asintomatiche.

La glicemia è uno di quegli esami del sangue di routine normalmente richiesti dal medico anche per un semplice controllo dello stato di salute e solitamente viene dosata in condizioni di digiuno (dalla sera prima, non di più, e anche da caffé, thè e sigarette) e di riposo, avendo cura di evitare nei giorni precedenti l’assunzione di farmaci in grado di alterare la concentrazione ematica del glucosio, in particolare i glucocorticoidi (cortisone). Più in dettaglio, stress, traumi, infarto del miocardio, accidenti cerebrovascolari possono aumentare la glicemia; e, tra i farmaci, l’iperglicemia può essere indotta da betabloccanti, corticosteroidi, adrenalina, estrogeni, glucagone, diuretici. Diminuzione della glicemia può essere indotta invece da insulina, alcool, clofibrate.

Vuoi avere maggiori informazioni o prenotare questo esame?

Compila il modulo sottostante

Nome

Cognome

Email

Telefono

Il tuo messaggio