Stop a diete sbagliate e regimi restrittivi: fai un test dell’impedenziometria

L’impedenziometria non e’ una moda, ma una scienza esatta.

I parametri rilevati da questo esame sono molteplici, e questo permette all’operatore di potere dare, se competente, precisi consigli di educazione alimentare alla persona.

Consigli che possono essere finalizzati sia ad un raggiungimento di benessere generale che ad un miglioramento delle prestazioni agonistiche degli atleti.

L’impedenziometria o analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA) è una metodica descrittiva che permette la determinazione dell’acqua corporea attraverso la determinazione dell’impedenza del corpo umano al passaggio di una corrente elettrica alternata.
La struttura corporea dev’essere considerata come un’organizzazione crescente di complessità; i vari livelli di analisi sono: atomi, molecole, cellule, tessuti, organi, sistemi/apparati ed infine organismo (Body Whole – BW).
La conoscenza delle relazioni tra i diversi costituenti in un determinato livello o tra livelli differenti è IMPORTANTE per la stima INDIRETTA di uno specifico compartimento corporeo.

L’esame serve ad identificare lo stato reale della composizione corporea all’inizio di un percorso nutrizionale, non limitandosi al solo peso corporeo ma valutando in maniera precisa la quantità e qualità di liquidi, cellule e grasso dei quali il nostro corpo è composto. Con l’assistenza di un operatore competente, si ricevono consigli per modificare la normale alimentazione per curare, controllare e correggere errori alimentari o squilibri metabolici e per coprire in modo adeguato i fabbisogni di energia e nutrienti.

In caso di attività sportiva, serve per controllare l’equilibrio idro-elettrolitico, che è la base di partenza per migliorare vitalità, tonicità e forza muscolare.

L’ analisi tramite bioimpedenziometria è consigliabile quando occorre conoscere i molteplici aspetti della propria composizione corporea. Sapere con esattezza la quantità di massa magra e grassa presenti e lo stato di idratazione generale, consentirà al professionista di stilare una dieta bilanciata, con una quantità di micro e macronutrienti specifica per il soggetto.
Questa particolare analisi è consigliata anche per chi non necessita di dimagrire. Questo perché non sempre un corpo snello corrisponde a una situazione metabolica ottimale. Spesso la cattiva alimentazione porta a gonfiori localizzati, una scarsa idratazione porta allo sviluppo di cellulite e depositi adiposi, quindi è necessario valutare in ogni caso la specificità del soggetto, in modo da correggere gli eventuali errori presenti nell’alimentazione. Grazie alle sue caratteristiche di rapidità e non invasività, la bioimpedenziometria rappresenta un’analisi molto semplice da effettuare e del tutto indolore per la persona.

Vuoi avere maggiori informazioni o prenotare la tua visita?

Compila il modulo sottostante

Nome

Cognome

Email

Telefono

Il tuo messaggio